VIGNA NOVALI 2014 Verdicchio di Jesi DOCG Riserva Classico Moncaro

15,1 €

VIGNA NOVALI la potenza genetica del vitigno Verdicchio, la ridotta resa per ettaro e la surmaturazione delle uve migliori permettono alla Cantina Moncaro di poter apprezzare il Vigna Novali anche diversi anni dopo la vendemmia.

Tipo: vino bianco fermo

Uno dei vini delle Marche premiato nel 2017 dalle più prestigiose Guide Italiane ai vini

Denominazione: Verdicchio Castelli di Jesi DOCG Riserva Classico

Vitigno: 100% Verdicchio

Ubicazione: vigneto di Contrada Novali nel comune di Castelplanio
Età: 7-35 anni
Suolo: molto profondo con presenza di pietra e prevalenza di sabbie e argille del Plio-Pleistocene e Miocene, con tendenza al calcareo
Esposizione ed altitudine: Sud-Est, Sud-Ovest e Nord-Ovest a 300-350 m.

Vitigni e coltivazione: sistema d'allevamento capovolto e doppio guyot
Densità d'impianto: 1.700-3.500 ceppi per ha.
Resa per ettaro: 70 q d'uva

Vendemmia: raccolta tardiva delle uve a fine vendemmia ed in parte surmaturate con sviluppo di muffa nobile

Vinificazione: breve macerazione a freddo delle bucce e pressatura soffice con decantazione statica del mosto. Fermentazione con lieviti autoctoni selezionati e successiva permanenza sulle fecce fini per 10 mesi in acciaio ed in piccola parte in barrique Allier. Il vino matura per oltre 18 mesi in bottiglia

Note di degustazione
Alla vista: si presenta con brillante colore giallo paglierino sfumato di verde e note dorate che aumentano nella maturazione. Notevole la consistenza

Al naso: ottima l'intensità. Lunga e complessa la persistenza ricca di fragranze fruttate e leggermente mielate che anticipano amaricanti sentori floreali di macchia mediterranea, creando una elegante sinergia di profumi
Al gusto: secco ma di grande morbidezza. Il caldo abbraccio della sua forza alcolica non sopprime la sua precisa freschezza e si fonde armonicamente ai delicati sentori terziari di un magistrale affinamento in pregiate barrique ed acciaio

Abbinamenti: la sua elegante e morbida struttura e convincente sapidità suggeriscono di concederlo a piatti importanti della marineria, sia tradizionali che della moderna cucina. La sublimazione avviene con primi piatti in salse bianche di pesce (risotti e spaghetti alle vongole) e con base di ortaggi. Non ha rivali sul pesce azzurro. Eccellente è il matrimonio con carni bianche di bassa corte fino a giovani ovini, come anche in diverse elaborazioni tartufate e sul fegato grasso
Temperatura servizio: 12° C.

Gradazione alcolica: 14,0% vol.

CAPTCHA
Questa domanda è un test per verificare che tu sia un visitatore umano e per impedire inserimenti di spam automatici.