CIMERIO Conero 2013 DOCG riserva vino rosso di grande spessore

10,98 €

CIMERIO Conero DOCG riserva vino rosso di grande spessore; lasciatelo tranquillamente dormire e maturare in bottiglia, perché non teme l’ossidazione del tempo. La sua considerevole longevità vi permetterà di gustarlo al meglio anche diversi anni dopo la vendemmia.

Tipo: vino rosso fermo

Uno dei vini delle Marche premiato nel 2018 dalle più prestigiose Guide Italiane ai vini

Denominazione: Conero DOCG Riserva

Uve: 100% Montepulciano

Regione viticola: Marche, provincia di Ancona.
Ubicazione: scelta dei migliori vigneti nell’area del Rosso Conero, nei pressi dell’omonimo promontorio della costa adriatica marchigiana.
Età: varie, da 8 a 30 anni.
S
uolo: i terreni derivano da rocce marnose calcaree intercalate a zone di terra rosso bruna e argilla, con prevalenza di pietra in prossimità del promontorio risalenti al Plio-Pleistocene.
Esposizione ed altitudine:
in prossimità della costa, prevalentemente in posizione protetta dai venti freddi di bora ad altitudini di 130-230 m.
Sistema d’allevamento: a contro spalliera, guyot e guyot doppio.
Densità d’impianto: varie da 2.500 a 4.500 piante per ettaro.
Resa per ettaro: 70-80 q d’uva.

Raccolta a mano e vinificazione in vasche di cemento con frequenti rimontaggi giornalieri e macerazione prolungata sulle bucce.

Maturazione: affinamento in botti di rovere Allier e Slavonia e barrique per 12 mesi, successiva maturazione in bottiglia in magazzino termocondizionato.

Note di degustazione
Alla vista: il colore è tipico del Montepulciano del Conero in purezza, rubino luminoso ed intenso, sfumato di vividi riflessi purpurei, anche in maturazione. Egregia la consistenza.
Al naso: i profumi di amarena matura e di viola sfumano nei palpabili sentori eterei e di spezie da buona barrique. Ottima l’intensità e la persistenza.
La finezza si esprime ottimamente.
Al gusto: nessun cedimento fra parti morbide e dure. Preciso nella sapidità, sostenuta da buona secchezza e giusti tannini nobili ben fusi dall’alcol,in un abbraccio di buona morbidezza.

Abbinamenti:Predilige le carni stufate e alla griglia. Notevole è l’abbinamento su anatre e oche sia arrostitesia in umido, come anche le trippe bovine. Filetti ed entrecôte di manzo ai ferri, stinchi e ossibuchi di vitello continuano la lista dei tanti possibili abbinamenti, inclusi diversi formaggi stagionati.
Temperatura servizio:18° C.

Gradazione alcolica: 13,00% vol.

CAPTCHA
Questa domanda è un test per verificare che tu sia un visitatore umano e per impedire inserimenti di spam automatici.