PLENIO 2010 Umani Ronchi Verdicchio dei Castelli di Jesi Riserva DOCG Classico

18,42 €

Plenio è il Verdicchio Riserva Umani Ronchi, una tipologia prevista dal disciplinare di produzione che impone un periodo di invecchiamento minimo di 18 mesi, di cui almeno 6 passati in bottiglia.

Il nome, dal latino Plenum, vuole suggerirne le caratteristiche di pienezza, complessità, e struttura.

Tipo: vino bianco fermo

Uno dei vini delle Marche premiato nel 2018 dalle più prestigiose Guide Italiane ai vini

Denominazione: Verdicchio dei Castelli di Jesi Riserva DOCG Classico

Uvaggio: Verdicchio 100%

Prima annata di produzione 1995
Comune/area di produzione Cupramontana
Il vigneto, impiantato nei primi anni ‘90, è situato a circa 350 metri sul livello del mare ed ha una esposizione che guarda ad est
Il terreno, che risale a formazioni plio-pleistoceniche, si caratterizza per essere molto profondo, franco argilloso, con una fertilità piuttosto scarsa e quindi molto vocato alla produzione di vini di qualità. La resa è di circa 60-70 q.li per ettaro

La vendemmia è eseguita a mano, con le uve raccolte e trasportate in casse. Normalmente si svolge nel periodo a cavallo tra la prima e la seconda decade di ottobre quando le uve hanno raggiunto l’equilibrio ottimale tra acidità e grado zuccherino

Vinificazione dopo una pressatura soffice il mosto fiore viene repentinamente raffreddato per poi essere decantato in maniera statica. La fermentazione è svolta per il 70% in serbatoi di acciaio a temperatura controllata tra 16 e 18°C, e si protrae per 10-15 giorni. Il restante 30% è fermentato in botti di rovere da 50 hl. Il vino effettua la fermentazione malolattica su un 10-15% della massa totale. La fase di affinamento dura circa 12 mesi, durante i quali il vino rimane a contatto con i propri lieviti negli stessi contenitori di fermentazione. Il Plenio completa l’affinamento con ulteriori 6 mesi in bottiglia

Note del Winemaker
Un vino di eccezionale consistenza coniugata a grande raffinatezza
Dal colore giallo paglierino intenso con riflessi dorati
Al naso si rivela fresco e penetrante con sentori leggermente vanigliati di frutta matura, miele, mandorla amara ed erbe aromatiche; tipica la nota di anice, timbro del vitigno d’origine
In bocca ha ottima corrispondenza con il naso, un attacco fresco e piacevole morbidezza, comunque equilibrato dall'alcol, vellutato, ricco, dal finale molto persistente con lunghi ricordi di mela, susina e mandorla

Abbinamenti paste ripiene, carne bianca arrosto, pesce arrosto
Temperatura di servizio ideale 12-14°C

La conservazione non è un vino da invecchiamento, anche se ha una insospettabile capacità di reggere nel tempo, pertanto va bevuto possibilmente entro pochi anni dall'acquisto. Le bottiglie vanno conservate coricate orizzontalmente in una cantina fresca, umida e buia

Bicchiere di servizio calice di media ampiezza a tendenza sferica, per consentire una migliore percezione degli aromi complessi. L’apertura diritta valorizzerà il vino in bocca, dirigendolo prima nelle parti laterali e posteriori della lingua, per poi giungere alla punta, e valutare quindi, in modo complessivo, la sua morbidezza

Gradazione alcolica:

CAPTCHA
Questa domanda è un test per verificare che tu sia un visitatore umano e per impedire inserimenti di spam automatici.