i VIGNETI del PARCO 2010 vino rosso Conero DOCG Riserva Moncaro

18,62 €

i VIGNETI del PARCO Conero Denominazione di Origine Controllata e Garantita Riserva

Uno dei vini delle Marche premiato nel 2017 dalle più prestigiose Guide Italiane ai vini

Tipo: vino rosso

Denominazione: Conero DOCG Riserva

Uvaggio: 100% Montepulciano

Regione Viticola: Marche, provincia di Ancona.

Ubicazione: in località Montacuto e Varano all’interno del Parco Naturale, posti alle falde del Promontorio del Conero.
Età: varie, da 10 a 30 anni.
Suolo: i terreni derivano da rocce marnose calcaree intercalate a zone di terra rosso bruna e argilla con presenza di pietra risalenti al Plio-Pleistocene.
Esposizione ed altitudine: nei pressi del mare, ma in posizione protetta dai venti di bora dal Monte Conero e dalle alte coste; altitudine di 130-250 m s.l.m.
Sistema d’allevamento: guyot e doppio guyot.
Densità d’impianto: varie da 2.500 a 4.500 piante per ha.
Resa per ettaro: 60 q di uva con sistema di potatura a ridotto carico di gemme per pianta, permettendo così di concentrare l’accumulo di sostanze elaborate in pochi grappoli per vite.

Vinificazione: le uve raccolte a maturazione tardiva sono vendemmiate manualmente, selezionando i grappoli migliori, e lavorate immediatamente con diraspatura e pigiatura soffice.

Fermentazione: avviene in piccole vasche di cemento con frequenti rimontaggi giornalieri. La macerazione sulle bucce si protrae per molti giorni.

Maturazione: dopo la svinatura il vino matura in barrique e in piccole botti di rovere francese per circa 18 mesi, poi affina in bottiglia per almeno un anno.

Note di degustazione
Alla vista: il colore è di un intenso e lucente rosso rubino che sfuma al porpora. Ottima è la consistenza.
Al naso: eccellenti profumazioni fruttate di amarena e viola passita soddisfano l’olfatto con grande finezza. L’intensità e la persistenza sono alla massima forza. Complesse note di aromi terziari speziati ed eterei si sprigionano dal fondo, mettendo in evidenza un elegante legno.
Al gusto: rotondo e di gran corpo, praticamente saporito. Ottimi i tannini nobili contrastati dalla calura dell’alcol, a rendere l’equilibrio perfetto. L’armonia avvolge tutte le sue componenti in un finale di grande eleganza.
Evoluzione: lunghissima è la fase evolutiva in bottiglia. La sua grande forza gli permette di vivere per molti anni, continuando a stupirvi.

Abbinamenti: piatti di carni pregiate da bovini adulti: costate, fiorentine e filetti di Marchigiana gentile, Chianina e Angus si sublimano con i Vigneti del Parco. Tartufi bianchi di Acqualagna e Alba, grandi formaggi stagionati come il Fossa di Talamello e Sogliano completano la lista delle eccellenze gastronomiche da concedere a questa preziosa Riserva.
Temperatura servizio 18° C.

Alcool: 13,5% vol.

CAPTCHA
Questa domanda è un test per verificare che tu sia un visitatore umano e per impedire inserimenti di spam automatici.