Castrum Morisci il vino matura e affina in anfore di terracotta

Cantina CASTRUM MORISCI
Contrada Molino, 18
63826 Moresco (FM)

Telefono David: +39 3400820708
Sito   castrummorisci.it
Mail  cantina@castrummorisci.it
Facebook - Castrummorisci
Pec   castrummorisci@pec.it

Fare il vino non è semplice, è un’arte, soprattutto quando è naturale. Territorio, terracotta, fuoco e acciaio sono i nostri elementi. Li vogliamo rivivere nelle nostre tradizioni, prendendo il meglio e portandolo ad oggi.

L’azienda agricola, profondamente orientata al biologico, si estende su 7,5 ettari di vigneto fra le dolci colline dell’entroterra marchigiano ai piedi del borgo medievale di Moresco. La vicinanza del mare e il particolare terroir conferiscono ai prodotti una connotazione inconfondibile unica Passerina, Pecorino, Vermentino, Malvasia, Pinot, Moscato, Merlot, Montepulciano, Sangiovese, sono gli uvaggi che utilizziamo nei nostri vini, per una produzione media annua di 25000 bottiglie.
Vinifichiamo con l’utilizzo di vasi vinari in acciaio, terracotta e legno, con la volontà di scoprire e valorizzare tutto il ventaglio aromatico di vitigni coltivati.

Vini in anfora - L’uso di recipienti in terracotta per contenere il vino risale a circa 8000 anni fa, quando nell’area transcaucasica venivano usate per elaborare una delle prime creazioni dell’artificio umano. L’utilizzo della terracotta si è poi diffuso tra tutte le popolazioni del mondo antico, ma si è perduto nel medioevo, soppiantato dalla botte in legno e dalla barrique. Oggi viene riscoperto da Castrum Morisci, che ne declina l’uso alla valorizzazione dei propri vitigni e delle proprie uve. All’interno di questi recipienti, con lunghe macerazioni delle bucce riusciamo ad estrarre tutta la complessità di sentori e aromi specifici dalle uve. Il vino affina di nuovo in anfora, per trovare i profumi e gli aromi che lo rendono unico, grazie allo straordinario isolamento termico e alla micro-ossigenazione dovuta alla porosità della terracotta.
La prima cantina nelle Marche a produrre vini con l'etichetta in braille per non vedenti e ipovedenti.